81 visite

Chi cura le emorroidi? 5/5 (2)

Chi cura le emorroidi?

Si prega di valutare questo

Le emorroidi sono indubbiamente un problema fastidioso che può essere presente tanto nelle donne quanto negli uomini. Bisogna considerare che circa la metà degli adulti di età superiore ai 50 anni soffre di emorroidi. Sapete chi cura le emorroidi? Scopriamolo!

Chi cura le emorroidi? e cosa puoi fare per alleviare i sintomi?

L’argomento non è certo tra i più discussi ma per chi ha seri problemi è importante capire a chi rivolgersi. Ecco perché abbiamo deciso di scrivere un articolo che indichi chiaramente a chi rivolgersi per ispezione della parte esterna e interna dell’ano e dove farlo a Milano. Chi non ha mai avuto problemi di emorroidi non può capire il disagio che la persona, uomo o donna che sia, prova durante questa condizione.

Cosa sono le emorroidi?

Le vene gonfie nella parte inferiore dell’ano e del retto, sono note come emorroidi e possono essere estremamente dolorose. Sono più comuni nelle donne in gravidanza e negli individui con costipazione cronica, si pensi che a 50 anni, circa la metà della popolazione ha manifestato uno o più dei sintomi classici; che includono dolore rettale, prurito, sanguinamento e prolasso (ovvero emorroidi che sporgono attraverso il canale anale). La buona notizia è che questo tipo di irritazione è curabile e, in molti casi, prevenibile. In molti casi tendono a risolversi da sole o con l’uso di farmaci da banco e alcuni accorgimenti di cui parleremo. Tuttavia se le emorroidi non vanno via da sole o se si verificano sintomi dolorosi e sanguinamento, è il momento di consultare un medico specializzato.

Ottenere una diagnosi accurata è importante!

Le emorroidi possono essere esterne o interne. Le emorroidi esterne sono facili da rilevare da un esame visivo, in quanto sporgono dallo sfintere anale. Questo tipo è anche quello che ha maggiori probabilità di rispondere bene all’uso di farmaci topici. Viceversa le emorroidi interne, sono più ostiche da individuare ecco perché ci si rivolge a uno specialista, che può eseguire un test e fare una diagnosi per escludere altre possibili fonti di irritazione anale interna, come cancro anale, cancro del colon-retto, colite ulcerosa e ragadi anali. Chi è lo specialista che cura le emorroidi?

Qual è lo specialista che cura le emorroidi?

Chi cura le emorroidi?

Il proctologo! Chiamato anche chirurgo del colon e del retto è un medico che si occupa delle malattie a carico dell’apparato colon-rettale e dell’ano. Sebbene in Italia non esista una specializzazione diretta in colonproctologia, esistono dei master e dei corsi intensivi universitari, che preparano al meglio sul mondo delle patologie del colon, del retto e dell’ano. Una visita diretta dal proctologo può essere la via più breve per risolvere i problemi con le emorroidi, ma se i disturbi sono lievi anche il nostro medico curante può fare molto, l’importante è vincere la timidezza e la vergogna che quasi sempre sono presenti in questi casi.

Chi può contrarre le emorroidi? I soggetti a rischio!

Chiunque può contrarre emorroidi sintomatiche, anche gli adolescenti. (Poiché le emorroidi richiedono un po’ di tempo per svilupparsi, sono rare nei bambini.) Tuttavia potresti essere più a rischio se:

  • Sei in sovrappeso o obeso.
  • Sei incinta.
  • Segui una dieta povera di fibre.
  • Soffri di stitichezza cronica o diarrea.
  • Sollevi regolarmente oggetti pesanti.
  • Passi molto tempo seduto sul water.

Contattaci! 3397767786

Quanti tipi di emorroidi esistono?

Quanti tipi di emorroidi esistono?

Le emorroidi possono verificarsi all’interno o all’esterno del retto. Il tipo dipende da dove si sviluppa la vena gonfia

Le tipologie includono:

  • Esterne: le vene gonfie si formano sotto la pelle intorno all’ano. Le emorroidi esterne possono essere pruriginose e dolorose. Di tanto in tanto sanguinano. A volte si riempiono di sangue che può coagularsi. Questo non è pericoloso, ma può provocare dolore e gonfiore.
  • Interne: le vene gonfie si formano all’interno del retto. Il retto è la parte dell’apparato digerente che collega il colon (intestino crasso) all’ano. Le emorroidi interne possono sanguinare, ma di solito non sono dolorose.
  • Prolasso: sia le emorroidi interne che quelle esterne possono avere un prolasso, nel senso che si allungano e si gonfiano al di fuori dell’ano. Queste emorroidi possono sanguinare o causare dolore.

Qual è la differenza tra emorroidi e ragadi anali?

Le emorroidi e le ragadi anali causano sintomi simili, come prurito, dolore e sanguinamento. Mentre le vene gonfie causano emorroidi, una lacerazione nel rivestimento dell’ano provoca una ragade anale.

Sintomi e cause

Che cosa causa le emorroidi? Fondamentalmente uno sforzo che si ripercuote come un aumento della pressione interna. Pensate a chi solleva dei pesi, in quel momento esercita pressione sulle vene dell’ano o del retto, provocando emorroidi. Un altro esempio che fa comprendere meglio le emorroidi sono le vene varicose, il concetto è quello solo che colpiscono il sedere. Qualsiasi tipo di sforzo che aumenta la pressione sulla pancia o sugli arti inferiori può causare il gonfiore e l’infiammazione delle vene anali e rettali

Per maggiori informazioni chiama il dottore al 3397767786

Ho le emorroidi, da chi vado?

Ho le emorroidi, da chi vado?

Come detto la cosa importante, quando si sospetta di soffrire di emorroidi è quella di rivolgersi alla persona giusta. In prima istanza rivolgersi al medico curante è la cosa migliore, sarà lui successivamente ad indirizzarvi da uno specialista, ovvero il proctologo per una visita più accurata! L’appuntamento del proctologo inizia sempre con una anamnesi, ovvero la vostra storia medica. Il medico chiede al cliente i sintomi di disturbo, la natura della manifestazione della malattia, il momento in cui si è verificata. Se necessario, viene eseguito un esame, vengono prescritti gli studi necessari per una diagnosi accurata e la determinazione di ulteriori tattiche.

Quando dovresti vedere il dottore

Un tratto intestinale sano influenza l’attività dell’intero organismo, partecipa alla formazione di una forte immunità. Per mantenere il normale funzionamento del basso intestino, è importante condurre uno stile di vita corretto, mangiare in modo equilibrato e completo, regolarmente osservato da un medico specializzato. Per monitorare la condizione, se si verificano i seguenti sintomi allarmanti, fissare un appuntamento con un proctologo:

  • Prurito e sensazione spiacevole nell’ano (area anale).
  • La presenza di sangue nelle feci.
  • Dolore all’addome.
  • Flatulenza.
  • Incontinenza fecale e gassosa.
  • Feci aumentate o ritardate.
  • Dolori all’ano (area anale).

Conclusioni

Speriamo di aver risposto alla domanda: chi cura le emorroidi! Se doveste mai avere di questi problemi non esitate a rivolgervi al vostro medico curante o ad un Proctologo!

Per prenotare una visita o un consulto chiama il numero 3397767786

Preventivo


Be the first to comment on "Chi cura le emorroidi?"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*