301 visite

Come curare la cheratosi attiniche 5/5 (2)

Come curare la cheratosi attiniche

Si prega di valutare questo

Come curare la cheratosi attiniche in modo efficace.

Come curare la cheratosi attiniche? Scopri tutto quello che c’è da sapere in questo articolo e liberati da questa patologia.

Se sei capitato in questo articolo sei sicuramente alla ricerca di informazioni sulle cheratosi attiniche e in particolar modo su come poterle curare. Questo fenomeno è molto particolare, nonché antiestetico e anche fastidioso, interessa la pelle in particolare quella di viso e mani, ma può sorgere su qualsiasi altra zona del corpo. In questo articolo andremo ad analizzare questa patologia al fine di poterne capire le cause, così che tu possa prevenirla ed imparare come curare la cheratosi attiniche. Prosegui questa lettura e scopri tutto quello che c’è da sapere.

Che cosa sono le cheratosi attiniche?

Le cheratosi attiniche è una patologia medica che prevede la comparsa di lesioni di diversa entità sulla pelle. La patologia interessa in particolar modo tutte le zone che sono costantemente esposte ai raggi UV, raggi ultravioletti e raggi solari ed è per questo che è conosciuta anche con il nome di cheratosi solare. Non possiamo definire questa lesione rientrare nelle cure della medicina estetica, possiamo invece definirla una patologia legata al settore dermatologico che in alcuni gravi casi può svilupparsi e progredire verso forme cancerogene. In particolare con il carcinoma squamocellulare e carcinoma basocellulare. 

Come curare la cheratosi attiniche

Chi colpisce la patologia?

Sebbene questa patologia può colpire indistintamente tutti indipendentemente dal sesso e dall’età, si è riscontrata una forte incidenza, pari al 60%, nelle persone con pelle chiara che hanno superato i 40 anni di età. La statistica si alza maggiormente quando si tratta di persone anziane. In particolar modo colpisce gli uomini adulti. Si suppone che questo dato possa coincidere con il fatto che gli uomini siano quelli più restii all’utilizzo di creme solari e prodotti per la pelle, non proteggendola ne subiscono le conseguenze con lo sviluppo di cheratosi attinica. Un’altra statistica importante è la scarsa incidenza che ha questa patologia su persone dalla pelle scura.

Come curare la cheratosi attiniche? Scoprine le cause.

Per scoprire come curare la cheratosi attiniche è importantissimo conoscere cosa l’ha causata. Le cause infatti sono importantissime per poterla prevenire, Come abbiamo anticipato, la causa principale dello sviluppo della patologia sono i raggi ultravioletti che provocano appunto le lesioni a livello cutaneo. Questo perchè le radiazioni accelerano il processo di invecchiamento cutaneo. Infatti le lesioni sono spesso accompagnate da altri sintomi delle radiazioni da raggi UV come la comparsa di lentiggini, macchie sulla pelle, neoplasie, rughe e molto altro.

Quando compare la cheratosi attinica?

Raramente la cheratosi attinica e le lesioni si mostrano all’immediato contatto con la luce del sole. Di fatti questa patologia è più mossa da un accumulo di radiazioni avvenuto negli anni. Infatti, come abbiamo detto, interessa maggiormente la popolazione anziana che è anche la stessa che in età avanzata tende a ripararsi dal sole più possibile. Ciò vuol dire che la patologia va a manifestarsi dopo che una persona è stata esposta per diverso tempo, a volte anni, alle radiazioni UV.

L’esposizione solare oltre ad essere voluta quando ad esempio andiamo al mare è anche involontaria quando ad esempio svolgiamo lavori all’aperto che ci obbligano a stare molte ore sotto al sole, vedi lavori edilizi, oppure può avvenire con una semplice passeggiata. Ed è proprio per questo che dobbiamo prevenire sempre la sua comparsa curando la nostra pelle in modo efficace.

Come curare la cheratosi attiniche, dove si manifestano?

La cheratosi attiniche colpisce maggiormente il viso ed in particolare la zona della bocca perchè è anche quella più esposta al sole. Negli uomini è molto a rischio anche il cuoio capelluto soprattutto quando soffrono di calvizie. Altre zone che è solito colpire sono le mani, gambe e braccia che sono le zone che sono sempre più esposte al sole.

Come si manifestano le lesioni?

Le lesioni da cheratosi attinica si manifestano come delle pustole di varia grandezza ed entità, squame di colorazione differente che può oscillare dal bianco al giallo, o grigio e rosso. All’inizio della loro manifestazione si possono evidenziare solo al tatto perchè si presentano di pochi millimetri tenderanno poi a crescere con il tempo, anche se in modo molto lento. Da non confondere assolutamente con le cheratosi seborroiche che sono benigne, ricordiamo infatti che la cheratosi attinica può sfociare in un carcinoma.

Tra i sintomi più diffusi che permettono di evidenziare la patologia troviamo prurito e rossore nelle zone colpite. Vista la gravità della patologia è bene riconoscerla per tempo in modo da poterla curare immediatamente. 

A chi ci rivolgiamo per sapere come curare la cheratosi attiniche?

Ogni volta che abbiamo bisogno di sapere come curare la cheratosi attiniche ci rivolgiamo al dermatologo. Il dermatologo è il medico specialista che si occupa della branca medica dermatologica. Questa branca medica è impegnata nella cura, nello studio, nella prevenzione e nel trattamento di tutte le patologie legate alla pelle e quindi anche la cheratosi attiniche. Possiamo trovare questo medico in ogni città, per trovarlo ci basterà infatti inserire all’interno di un qualsiasi motore di ricerca dermatologa Zona Porta Romana Milano per individuare tutti i professionisti in un determinato punto della città. Questo ci permette poi di poter scegliere tra quelli che incontriamo individuando il più competente per il nostro particolare caso.

Cosa fare quando ci rendiamo conto di avere una manifestazione cutanea?

Ogni volta che ti accorgi di avere una manifestazione cutanea devi rivolgerti al tuo medico di fiducia. Inizialmente puoi rivolgerti anche al medico di casa, sarà lui poi ad indirizzarti in caso dal dermatologo. Ovviamente tu non hai gli strumenti per capire se si tratta di cheratosi attinica oppure no. Sarà perciò il tuo medico di fiducia a darti il suo parere. Qualora volessi essere sicuro di poter fare una scelta giusta, rivolgerti ad un dermatologo non è mai sbagliato. Questo professionista potrà, nell’eventualità che sia presente la patologia, cominciare a curarla fin da subito. Non è possibile dare delle linee guida generali valide per tutti su come curare la cheratosi attiniche questo perchè ogni caso è a se. Il medico saprà consigliarti la terapia più idonea per te. Non esitare perciò a contattarlo.

 

Preventivo

Be the first to comment on "Come curare la cheratosi attiniche"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*